sta caricando...

Guardatevi intorno.

Osservate le persone nella vostra vita.Guardate i cambiamenti in voi stessi.

Il mondo non è forse un po’ cambiato rispetto a com’era giusto pochi anni, pochi mesi, o addirittura poche settimane fa? Tutto sembra andare così velocemente che è difficile stare al passo. Qualcosa sta sicuramente accadendo nel mondo, qualcosa di misterioso ed inspiegabile. Potreste anche esserne spaventati a morte. Vedete disastri atmosferici, devastazioni ecologiche, la violenza nella società, il ridicolo nei mass-media.

Siete anche consapevoli che c’è più di uno sparuto numero di convincenti profeti che hanno profetizzato un certa apocalisse per questo periodo, e continuano a farlo.

E quando le grandi catastrofi non arrivano in un determinato momento, allora le spostano semplicemente un po’ più avanti. E più previsioni richiedete loro, più disperati vi sentite, dato che non c’è nessuna pentola d’oro alla fine del loro “arcobaleno”.

Così, per conservare un po’ di sanità mentale, ignorate e screditate spontaneamente quello che vi viene detto, continuando a pianificare il futuro come se niente stesse per accadere. È veramente l’unico modo per andare avanti nella vita quotidiana?


David Wilcock




lunedì 29 ottobre 2007

BAKEKA

Qui potrai inserire ciò che ti pare....
Antonio Bello

21 commenti:

Elicus ha detto...

Caro tonyyyyyy..... LO VUOI METTERE O NO UN LINK SUL MIO BLOOOOGGGG !!!!!!!!!!!

UN SALUTO,
ELICUS

Antonio Bello ha detto...

L'ho messooooooooooo!Guarda in fondo alla Paginaaaaaa!
Un Saluto,
Antonio

Francesca ha detto...

ciao Antonio sono Francesca (tua cognata),stamattina come mia consuetudine stavo leggendo le ultimissime dal calcio e una notizia ha davvero catturato la mia attenzione...riguarda Francesco Coco e la sua intenzione di vestire di nuovo la maglia rossonera col numero 77.
La notizia in sè devo ammettere non mi ha stupita più di tanto anche perchè,pur non guardando il reality perchè di solito il mercoledi ci sono le partite di coppa..o come stasera il turno infrasettimanale,appena ho saputo che Coco lasciava l'isola ho detto ad Anna lisa queste parole:
"se un calciatore smette di fare del gioco calcio la sua professione,aprendo i propri orizzonti a nuove opportunità di lavoro come lo spettacolo,dirigente,etc...per decidere di ritornare sui suoi passi c'è necessariamente stato bisogno di un qualcosa che lo ha spinto a prendere questa decisione...e non credo sia solo legato al fatto che Coco lontano dal campo abbia capito di amare e voler dare ancora tanto al calcio....,per cui non so sinceramente se l'idea Milan sia solo un desiderio del calciatore o sia un progetto proprostogli da qualcuno...!
Mi sento solo di fare una osservazione....magari in circostanze diverse,in un momento diverso...o meglio qualora il Milan non avesse dimostrato di avere alcuni problemi in campionato allora perchè non scommettere soprattutto se la scommessa è "gratis" su Coco...ma in questa situazione dove il Milan è a -11 dalla vetta io non mi sentirei di fare altre scommesse...o esperimenti...punterei dritto su risorse concrete e in grado di aiutare la squadra a crescere e accumulare più punti possibili!!!Forza Milan e vabbè complimenti al Napoli

Elicus ha detto...

SI NU PAZZO' TONI'...


GRANDE BART...

GRANDE NAPOLI !!!!

SALUTI

Elicus ha detto...

Caro Antonio,
ho dimenticato di dirti che con sti blog sto "pariando" un casino.
Oltre a rinnovarti il mio in bocca al lupo, volevo dirti che ci devi un pochettino credere.
Ci sono tanti blog che aprono e chiudono, pero' secondo me il tutto sta nella costanza ad avere pasienza. Poi chissà, vedrai che le visite verranno (o almeno speriamo così).

Per ora ti saluto, il lavoro mi chiama. Bye!

Anna Lisa ha detto...

Ciao amore....ti scrivo x dirti ke mi dispiace tanto x il napoli...hihihihihi ma nn posso fare altro ke gioire x il mio grande Milan(Samp_Milan 0 -5 )!!!Ti amo !

Francesca ha detto...

Ho appena letto questa notizia e non potevo non postarla almeno in questa bakeka,ecco di seguito il testo:
""Giuro di amarti, rispettarti e di condividere i gol di Maradona..."
Manu Chao e la Mano Negra già lo avevano eletto santo cantando a squarciagola in un loro famoso pezzo: "Santa Maradona". Tra le vie di Napoli è facile imbattersi in icone sacre raffiguranti "el pibe de oro". In Argentina è accaduto qualcosa in più. Nella "Chiesa Maradoniana di Buenos Aires", sullo sfondo di un simulacro di un Diego sorridente, due coppie di messicani hanno deciso di sposarsi, giurando di amarsi, rispettarsi e condividere le immagini e i gol del nostro Dio".
Naturalmente la cerimonia non ha valore giuridico, ma scommettiamo che saranno presto emulati?
Cose dell'altro mondoooooooooo

Francesca ha detto...

E' stata conferita a Plovdiv, in Bulgaria, la laurea honoris causa in Comunicazione e sport al tecnico del Milan Carlo Ancelotti. "E' uno di quei giorni che ricorderò per tutta la vita e ringrazio di cuore per questo sogno che si realizza", ha commentato l'allenatore rossonero dal sito Internet della società. Il rettore dell'università, Ivan Kutsarov, ha omaggiato Ancelotti definendolo "il più grande allenatore d'Europa

Elicus ha detto...

Caro tony.
Ho un suggerimento per il tuo blog !
Quando apro la home page dell'" Antonicus Bellicus Blogggggiiiiccus" mi si rallenta per un attimo, probabilmente è lo slideshow che mentre carica rallenta tutto il browser !!
Fai qualche prova e vedi se lo fa anche a te.

Ti salutossssss.

Anna Lisa ha detto...

La vita di coppia non è un qualcosa di già preconfezionato, ma esige una costruzione costante e paziente da parte di entrambi, sperimentandone la difficoltà e talvolta il fallimento.
Ogni relazione incomincia con un incontro. Un pò alla volta ci si rende conto che si sta bene insieme, che si prova interesse l'un l'altro e si è pronti a rivelare qualcosa di sè.
Tutto è cominciato con un incontro, uno sguardo, un sorriso, una parola. Dopo i primi momenti, si è fatta viva l'esperienza di stare bene insieme, si sono manifestate sempre più intensamente la trepidazione dell'attesa, la gioia dell'incontro , la bellezza di essere in due. Si sviluppa un sentimento di attrazione che rende felici, reciprocamente "diversi" dagli altri amici, per cui si desidera stare da soli, parlarsi comunicare, manifestare la propria predilezione anche con gesti che con altri non si farebbe.
E' il momento dell'innamoramento: fenomeno indefinibile completamente, non traducibile in termini precisi, le parole possono esprimere solo gli effetti; diviene qualcosa di incontrollabile, spontaneo, può incanalare tutte le attività mentali. Lo scopo è quello di rompere il sistema chiuso della propria personalità individuale, abituando il soggetto a prendere decisioni, a progettare, a pensare e a sentire, tenendo presente l'altra personalità, con le sue aspirazioni, interessi, bisogni. Progressivamente emerge una realtà nuova: il noi, la coppia. A mano a mano che ci si conosce meglio, è probabile che ci si partecipi l'un l'altro del proprio mondo interiore dei propri
sentimenti, così che la vita di ogni giorno diventa sempre più ricca di significato.
E' scelta gioiosa, entusiasmante, ma anche dura. E' l'incontro di due storie diverse, di tanti anni vissuti separatamente. Ognuno ha i suoi interessi, le sue idee; di qui viene la ricchezza dell'incontro. Ognuno deve rispettare la personalità dell'altro e aiutarlo a realizzare se stesso.
Il rapporto a due diviene così scelta di stare insieme, di camminare, di costruire una realtà nuova. Ed è l'amore: offrire
la propria disponibilità a donarsi all'altro, con impegno di fedeltà reciproca. E' il passaggio verso la stabilità, la
quotidianità, all'amore come scelta di vita. Tutto questo passa attraverso alcuni momenti di crescita, in cui
si è protesi alla conquista di alcune tappe. Il superamento delle proprie posizioni, dei propri modi di
pensare, di agire, rappresenta il primo passo concreto per andare incontro all'altro.
Lo svincolo e l'autonomia dalla propria famiglia d'origine, dalle regole, dalle modalità e dalle consuetudini che vigono in essa, rappresenta un passo decisivo per il costituirsi ed il vivere la coppia.
Questo permetterà la definizione delle regole proprie della coppia: regole che potranno essere sia riconosciute e dichiarate da entrambi o quelle implicite, date per scontate ed assodate.
Sarà necessario che i due arrivino entrambi a definire e sperimentare le regole di base del loro rapporto, non lasciando nulla di intentato o all'improvvisazione.
Accanto alle regole si perverrà alla definizione dei rispettivi ruoli all'interno della coppia.
Il passo successivo è quello di costruire il proprio terreno comune: tutto ciò che definisce l'essere di coppia, tutto ciò che diviene patrimonio di entrambi, quindi i progetti, le aspirazioni, l'agire, le scelte che caratterizzano la coppia.
Nel costruire il proprio essere di coppia si dovrà tenere presente alcune dimensioni, che divengono parte fondante della coppia stessa:
- l'attenzione alla persona in quanto tale e prima di ogni altra cosa, quindi rispetto di sè e dell'altro, di ciò che egli è e
non come lo vorrei, di ciò che è stato e di ciò che è;
- la stima di sè e dell'altro, avendo fiducia nelle proprie e nelle altrui potenzialità, accettandosi ed accettando tutto
quello che costituisce il patrimonio personale di entrambi;
- il realismo della propria e dell'altrui possibilità, chiamando per nome i pregi ed i difetti;
- la trasparenza nel mostrarsi in verità, avendo il coraggio di comunicare all'altro i propri sentimenti profondi;
- la meraviglia dell'altro per come è, scoprendo ogni giorno il lato buono, gioendo e meravigliandoci di queste continue scoperte che rivitalizzano il rapporto;
- la gratuità nel farsi dono continuo e costante all'altro, mostrando disponibilità ad un aiuto vero e disinteressato.

Anonimo ha detto...

cià toni dall'altra parte del mare c'è un pizzaiolo che ti consiglio con tutto il cuore........ e vist ca ce staaje fatt pur nu babbà!!!!! frate io ti devo dare ancora i cd...fammi uno squillo che ti richiamo e fatt' o gir che stann e guardie.........cià. enzo

Antonio Bello ha detto...

We Viciè si o megli!
Certo che devi darmi i cd...al pizzaiolo ce penz io!
Un abbraccio fratè ci sentiamo mo che scendo! Un abbraccio

Elicus ha detto...

Weee carissimo !
Grazie per il link che hai messo sul mio blog !
Thanks ;)

Anonimo ha detto...

Ciao belli!

Elicus ha detto...

E VAI COL NAPOLI !!!! GRANDE LAVEZZI, GRANDE DOPPIETTA !! NAPOLI 2 FIORENTINA 0 !


SIMM RUOSS !!!!

Elicus ha detto...

Caro Amico Antonio....questa volta ho fatto prima io ! :))

Vai un po' sul mio blog (http://elicusblog.wordpress.com/).

Buon Divertimento.
Ciao a tutti

lorylory85 ha detto...

ciao antonio sono Loredana (amica della cognata) ho letto il tuo intervento sul fatto che il cellulare cuoce il cervello...finalmente ho capito perchè il cervello di annalisa è fuso ahahahahah...è meglio che dico che skerzo altrimenti nn mi farà più entrare in casa....quindi annalisa skerzo :) ..però..chissà......cmq antonio complimenti per questo blog è davvero molto interessante...ciao ciao

Antonio Bello ha detto...

Ciao loredana, sn contento che tu abbia visitato il mio blog e spero che tu ritorni e trovi sempre qualcosa che ti possa interessare...nun me tuccà a capuzzella i anna lisa..... a presto, Antonio

Elicus ha detto...

Weeeeeee GENTE LEGGETE QUEST'ARTICOLO... Tony facci un articolo.

Maradon e' megli e pele'!!!

http://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/Primo_Piano/2008/04_Aprile/21/pele.shtml

Antonio Bello ha detto...

Ciao Elio, ho inserito una nuova sezione:"I VOSTRI POST". Puoi prepararmi tu l'articolo e mandarmi la mail...io lo inserirò a tuo nome!Un abbraccio, Tonino

Elicus ha detto...

Eh eh ... magari quando avro' un po' di tempo. Gia' mi e' difficile scrivere sul mio blog, figurati se mi metto a preparare gli articoli...
comunque l'idea non e' male. La prossima volta lo faro' invece di mandarti il link.

Saluti ;)

News dai Blog amici