sta caricando...

Guardatevi intorno.

Osservate le persone nella vostra vita.Guardate i cambiamenti in voi stessi.

Il mondo non è forse un po’ cambiato rispetto a com’era giusto pochi anni, pochi mesi, o addirittura poche settimane fa? Tutto sembra andare così velocemente che è difficile stare al passo. Qualcosa sta sicuramente accadendo nel mondo, qualcosa di misterioso ed inspiegabile. Potreste anche esserne spaventati a morte. Vedete disastri atmosferici, devastazioni ecologiche, la violenza nella società, il ridicolo nei mass-media.

Siete anche consapevoli che c’è più di uno sparuto numero di convincenti profeti che hanno profetizzato un certa apocalisse per questo periodo, e continuano a farlo.

E quando le grandi catastrofi non arrivano in un determinato momento, allora le spostano semplicemente un po’ più avanti. E più previsioni richiedete loro, più disperati vi sentite, dato che non c’è nessuna pentola d’oro alla fine del loro “arcobaleno”.

Così, per conservare un po’ di sanità mentale, ignorate e screditate spontaneamente quello che vi viene detto, continuando a pianificare il futuro come se niente stesse per accadere. È veramente l’unico modo per andare avanti nella vita quotidiana?


David Wilcock




martedì 29 gennaio 2008

SE CI 6 BATTI UN COLPO

Salve a tutti,
se leggete un poco in giro, su vari blog, trovi sempre frasi del tipo:
"L'italia è nella me..da!", "Berlusconi bla bla!", "Prodi si è trovato davanti i probl della destra, che doveva fare!" (ma dai! scuse per me frivole inquanto il problema è molto più serio ), e poi frasi tipiche: "siamo in mano ad imbecilli, ragazzi diamoci una mossa!" come volessero tutti dire:"salviamo l'italia!", non vi pare?.
Beh, la situazione è critica davvero e non è che io sia contrario a tutte o alcune di queste affermazioni che possiamo leggere qui e là, perchè sicuramente in ognuna di queste affermazioni c'è una consistente verità, sono però contrario al modo in cui l'italia, o meglio NOI italiani cerchiamo di reagire a fenomeni di massa come può essere una cosa abbastanza grave come la caduta del governo.
Mi spiego meglio, io non sono iscritto a nessun partito, non perchè non abbia un orientamento politico, anzi, ma semplicemente perchè non credo nella "politica dei nostri partiti" e dei "nostri politicanti", di destra di centro o di sinistra che siano. Ho cmq dei miei ideali e convivo con essi ogni giorno della mia vita e confrontandoli con l'attuale situazione politica italiana scoprio che nessuno mi rappresenta e fanno tutti finta di accontentarmi.
Per questo credo che noi NON viviamo la politica nel giusto senso, questo perchè i nostri politici, quelli che dovrebbero darci l' esempio, la falsificano e ce la mostrano come in realtà non è, con tutte queste truffe,gli arresti, avvisi di garanzia etc...
La svolta non è ogni due o tre anni cambiare governo passando da destra a sinistra e viceversa, passando da ideali completamenti opposti a tal punto da bloccare iniziative prese da quello che governava precedentemente,etc etc.
Non serve a nulla dire Berlusconi è meglio di Prodi o viceversa, ma ci rendiamo conto? In questo modo riempiamo solo i Blog di inutili righe e parole...
La svolta io credo che sia ( non sono un rivoluzionario e spero di non passare per tale ) una dimostrazione di massa, di tutti quelli che scrivono sui blog, di tutti quelli che non credono in quelli che ci rappresentano, di tutti quelli che vogliono che quest'italia cambi davvero e che non vivi nella "monnezza" rappresentata dai soliti. Ma conoscendo gli italiani, parliamoci chiaro, non saremmo arrivati in questa situazione di degrado del genere se non fosse così, nessuno muoverà una foglia, pigri come sono guarderanno l'italia andare in rovina!
Naturalmente io spero che non sia così e che venga a bussarmi alla porta una persona che la pensa come me, che si sia già rimboccato le maniche, in modo da lottare insieme ed insieme a coloro che si uniranno a noi affinchè cambino le cose!

Un saluto a tutti Antonio Bello

5 commenti:

cacucciolo ha detto...

Caro Antonio, le tue sono parole sacrosante e concordo su tutta la linea, ma purtroppo organizzare una dimostrazione di massa è molto difficile, anche perchè ci vorrebbe un punto di raccordo…ma in fondo a che servirebbe? In ogni caso i “romani” resterebbero a Roma, a governare sulle loro poltrone dorate. Lotta si, ci vorrebbe, ma mirata.

Hai davvero un bel blog...tornerò di sicuro a trovarti!

Ciao, Danilo.

Antonio Bello ha detto...

Caro Danilo,
per dimostrazione di massa non intendevo una manifestazione, ma per l’appunto una lotta mirata, che colpisca nel segno!Pertanto servono idee valide che possono arrivare da chiunque!
Ti saluto e ti aspetto, sei sempre il benvenuto!

Antonio

Anna Lisa ha detto...

STORIA DEL POLLO ITALIANO

Quando comandava il RE
si mangiava un pollo in tre.
Quando c'era NAPOLEONE
si assaggiava anche il cappone.
Quando si salutava alla romana
se ne mangiava uno alla settimana.
Quando c'era la DC
il pollo c'era,poi pian piano sparì
lasciandoci in un mare di PIPI'.
Arrivarono i garofani ROSSI...
...scomparvero anche gli ossi.
Con il governo d'ora ti svegli la
mattina,trovi una nuova tassa
per la solita manovrina....
Coadiuvato da COMPAGNI
a gran parole e pochi fatti:
Scomparsi sono i soldi,l'occupazione,
il POLLO ed anche i piatti.
W L'ITALIA

x fortuna ke er mortadella è caduto....!!!!

Francesca ha detto...

L’italia è sicuramente in un periodo molto difficle dal punto di vista economico e non solo…anche la sua credibilità a livello internazionale ha subito una profonda battuta d’arresto;certamente nei mesi futuri la situazione sarà ancora più difficile,purtroppo ci troveremo proprio nel bel mezzo del ciclone,per cui è opportuno e doveroso che il paese abbia un governo sostenuto da un ampio consenso,per essere in grado di affrontare nel migliore dei modi questo momento!
Per quanto riguarda questo tuo intervento,ci sono punti che condivido come quello in cui sottolinei che “la situazione è critica” , embè questo è un dato di fatto,lo si tocca con mano ogni giorno,è anche vero che alcuni politici non siano certo l’emblema della moralità,ma da qui ad avere una completa sfiducia nel sistema politico è un po’ esagerato…;tu dici che non c’è alcun partito che ti rappresenti realmente,tutti fanno finta di accontentarti..,beh tu devi capire che non sei l’unico cittadino italiano…ce ne sono tantissimi,e compito di un partito è sintetizzare e rappresentare gli interessi di talune categorie di cittadini piuttosto che altri,ecco anche perché c’è una eterogeneità partitica che talvolta crea instabilità ad una maggioranza politica…,ed è anche logico che non possono accontentarci in tutto!Tu dici che la svolta non è cambiare maggioranza politica…e magari bloccare iniziative varate dal governo precedente,certamente che non è questa la svolta soprattutto se queste iniziative sono valide,ma questo ahimè devi prendertela con il governo Prodi che ha cercato di distruggere tutto ciò che di buono il Presidente Berlusconi e il suo governo aveva faticosamente realizzato!Il cambiare continuamente governo…è comunque inevitabile,e questo perché le preferenze dell’elettorato cambiano ciclicamente assieme alla situazione economica,ecco perché si definisce “elettorato a pendolo”!!Tu chiedi una dimostrazione di massa…,io ti ricordo che il 2 Dicembre 2006 circa 2.000.000 di persone hanno dato un chiaro segnale di ciò che volevano…sono scese in piazza per dire NO al governo Prodi…NO ad un governo che ha distrutto la nostra credibilità internazionale…(ricorda che mai nessun presidente italiano della nostra Repubblica prima di Berlusconi ha avuto la possibilità di parlare alla Camera dei Congressi in Usa),hanno detto NO alla politica dei parrucconi e di palazzo…!!!!La dimostrazione di massa che chiedevi c’è stata…e se Napoletano non scioglierà le camere..preparati….perchè si dovrà MARCIARE SU ROMA..e naturalmente quando Berlusconi chiama…io rispondo con la mia presenza!Ora elezioni subito!!!!

Antonio Bello ha detto...

Grazie per l'intervento del mio amore che con i suoi versi ci ha ricordato quelli che sotto alcuni aspetti potevano essere bei tempi e che noi purtroppo non abbiamo vissuto ma che per questi particolari ci fanno anche divertire.
Per quanto riguarda Francesa rispondo alla tua affermazione:"beh tu devi capire che non sei l’unico cittadino italiano…ce ne sono tantissimi,e compito di un partito è sintetizzare e rappresentare gli interessi di talune categorie di cittadini piuttosto che altri,ecco anche perché c’è una eterogeneità partitica che talvolta crea instabilità ad una maggioranza politica…".E' vero, io non sono l'unico cittadino italiano e faccio parte di una società eterogena che ha alcuni sottogruppi che si sentono felicemente rappresentati ma di tutte questi gruppi eterogenei sono unanimamente d'accordo sul fatto che dietro la politica ci sia un grosso magna magna, indifferentemente sia a sx che a dx.
Come tu ben sai anche io sono per la politica Berlusconiana ma questo solo inteso come male minore
in una situazione da skifo considerata tale non solo da me.
Riguardo la "dimostrazione di massa"(vedo che non sei l'unica ad aver mal concepito il concetto o magari non sono stato chiaro io a spiegarmi)sicuramente non volevo indicare come già espresso nel commento precedente una "manifestazione" come quella del 2 dicembre 2006 che diede molta soddisfazione all'opposizione, bensi un vero e proprio "scossone" politico che permetta un cambiamento politico radicale(buttiamo le cose vecchie dal balcone).Naturalmente quello che vorrei, data la potenza dei politici che devono magnare è quasi impossibile da attuare. semplice Utopia?Forse.

News dai Blog amici