sta caricando...

Guardatevi intorno.

Osservate le persone nella vostra vita.Guardate i cambiamenti in voi stessi.

Il mondo non è forse un po’ cambiato rispetto a com’era giusto pochi anni, pochi mesi, o addirittura poche settimane fa? Tutto sembra andare così velocemente che è difficile stare al passo. Qualcosa sta sicuramente accadendo nel mondo, qualcosa di misterioso ed inspiegabile. Potreste anche esserne spaventati a morte. Vedete disastri atmosferici, devastazioni ecologiche, la violenza nella società, il ridicolo nei mass-media.

Siete anche consapevoli che c’è più di uno sparuto numero di convincenti profeti che hanno profetizzato un certa apocalisse per questo periodo, e continuano a farlo.

E quando le grandi catastrofi non arrivano in un determinato momento, allora le spostano semplicemente un po’ più avanti. E più previsioni richiedete loro, più disperati vi sentite, dato che non c’è nessuna pentola d’oro alla fine del loro “arcobaleno”.

Così, per conservare un po’ di sanità mentale, ignorate e screditate spontaneamente quello che vi viene detto, continuando a pianificare il futuro come se niente stesse per accadere. È veramente l’unico modo per andare avanti nella vita quotidiana?


David Wilcock




lunedì 2 febbraio 2009

E' Finito il sondaggio!

Ciao ragà! E' finito il sondaggio!
A quanto pare son passati sul mio blog molti tifosi Napoletani eh :)
Sarebbe bello se la classifica come da sondaggio finisse in questo modo:

1) Napoli
2) Milan
3) Inter
4) Juventus
5) Roma
6) Fiorentina
7) Lazio

Ma credo proprio che non sia così. Quando ho inserito il sondaggio magari potevo ancora credere in qualcosa ma ora, dopo tre sconfitte consecutive ed un pareggio e dopo la litigata di questi giorni tra Santacroce e Pazienza non so più che cacchio pensare. Non tira una buona aria a Napoli e questo si sa, speriamo solo che si ripigliano presto e che inizino a rigiocare come al girone di andata quando per le altre erano cavoli amari e si facevano le croci solo a sentire "Napoli".
FORZA NAPOLI WAGLIU'!

1 commenti:

Francesca ha detto...

per gestire un organico come quello del napoli,dove ci sono cmq tante buone nuove proposte che vogliono emergere e dove ci sono i vecchi che vogliono confermarsi ad alti livelli...c'è bisogno di una dirigenza e soprattutto di un allenatore che sappia ponderare i caratteri e e personalità di ciascun giocatore;è proprio in questo momento di stress che un buon allenatore deve avere sotto controllo la gestione psicologica delle tensioni all'interno del gruppo!Con qst non dico che Reja non sia in gamba ...ma probabilmente non ha nè una forte personalità e nè la necessaria esperienza che serve x gestire qst tipo di organico che è da serie A!

News dai Blog amici