sta caricando...

Guardatevi intorno.

Osservate le persone nella vostra vita.Guardate i cambiamenti in voi stessi.

Il mondo non è forse un po’ cambiato rispetto a com’era giusto pochi anni, pochi mesi, o addirittura poche settimane fa? Tutto sembra andare così velocemente che è difficile stare al passo. Qualcosa sta sicuramente accadendo nel mondo, qualcosa di misterioso ed inspiegabile. Potreste anche esserne spaventati a morte. Vedete disastri atmosferici, devastazioni ecologiche, la violenza nella società, il ridicolo nei mass-media.

Siete anche consapevoli che c’è più di uno sparuto numero di convincenti profeti che hanno profetizzato un certa apocalisse per questo periodo, e continuano a farlo.

E quando le grandi catastrofi non arrivano in un determinato momento, allora le spostano semplicemente un po’ più avanti. E più previsioni richiedete loro, più disperati vi sentite, dato che non c’è nessuna pentola d’oro alla fine del loro “arcobaleno”.

Così, per conservare un po’ di sanità mentale, ignorate e screditate spontaneamente quello che vi viene detto, continuando a pianificare il futuro come se niente stesse per accadere. È veramente l’unico modo per andare avanti nella vita quotidiana?


David Wilcock




lunedì 2 febbraio 2009

Santaroce e Pazienza: rissa in allenamento



Un contrasto del difensore manda su tutte le furie Pazienza: scazzottata tra i due, sedata a fatica dai compagni.
Doveva essere ricordato come il primo allenamento di Datolo, verrà, invece, archiviata come la domenica della rissa tra Santacroce e Pazienza. Durante la partitella finale, il giovane difensore interviene energicamente, in tackle, sull’ex centrocampista della Fiorentina. Ne nasce un battibecco acceso, con reciproco scambio di insulti: in un niente si passa alle mani.
Pugni e schiaffi volano coi compagni che faticano a dividere i due, che continuano ad azzuffarsi anche da terra: Montervino trascina a fatica Santacroce a bordocampo, mentre Aronica e Grava trattengono Pazienza. Negli spogliatoi, poi, la stretta di mano tra i due, ma l’ennesimo segnale di una squadra nervosa c’è e non deve essere ignorato.
Pazienza e Santacroce, che nei piani di Reja dovrebbero partire titolari contro la Juve, saranno multati pesantemente dalla società. Chissà cosa avrà pensato Datolo: una scazzottata tra compagni al primo giorno di allenamento non è certamente un buon inizio.

4 commenti:

Francesca ha detto...

per gestire un organico come quello del napoli,dove ci sono cmq tante buone nuove proposte che vogliono emergere e dove ci sono i vecchi che vogliono confermarsi ad alti livelli...c'è bisogno di una dirigenza e soprattutto di un allenatore che sappia ponderare i caratteri e e personalità di ciascun giocatore;è proprio in questo momento di stress che un buon allenatore deve avere sotto controllo la gestione psicologica delle tensioni all'interno del gruppo!Con qst non dico che Reja non sia in gamba ...ma probabilmente non ha nè una forte personalità e nè la necessaria esperienza che serve x gestire qst tipo di organico che è da serie A!

Antonio Bello ha detto...

Assolutamente non mi trovi d'accordo con te. Condivido il fatto che un allenatore debba saper ponderare i caratteri e le personalità di ciascun giocatore e che deve avere sotto controllo la gestione psicologica delle tensioni all'interno del gruppo ma come si fa a fare tutto ciò quando il problema non è tanto la squadra, il gioco , o il singolo giocatore bensì l'arbitro?
Io credo che tutto sia iniziato nella partita col chievo. E' vero che il napoli non sta giocando come nel girone di andata ma non per questo meritava di perdere 3 partite anzi se non fosse stato per l'arbitraggio...
Quando nel calcio si vedono certe cose allora si che ti cadono le braccia e nè l'allenatore nè nessun altro può placare l'animo di una squadra che ogni domenica subisce una ingiustizia arbitrale.
Tutto ciò è confermato dalle monotematiche puntate del processo di Biscardi! VOGLIAMO LA MOVIOLA IN CAMPO!

Anna Lisa ha detto...

arbitro????????????scusa ma in allenamento c'è l'arbitro?dove hanno litigato in una partitella o in campionato?nn capisco bene....

Antonio Bello ha detto...

Ciao amore, rispondevo a francesca che faceva un discorso generico, comunque i paccheri sono volati in allenamento....I love you

News dai Blog amici